#001 - Dave Grohl: potenza e genialità

Aggiornato il: 20 mar 2020

Ehi prof, ma cosa ne pensi di Dave Grohl?


Due sole parole: potenza e genialità. Per farti capire meglio, vorrei parlarti di due brani dei Nirvana in cui Dave suona due groove molto particolari. Si tratta di “In Bloom”, seconda traccia dell’album Nevermind, e di “Milk it”, ottava traccia dell’album In Utero.



Ma chi è Dave Grohl e, soprattutto, ha suonato solo coi Nirvana?


Cominciamo innanzitutto col dire che David Eric Grohl non è solo un batterista, ma anche un cantautore e polistrumentista americano, noto per essere stato fino al 1994 batterista dei Nirvana e, a partire dal 1994, fondatore e frontman dei Foo Fighters.



Ha inoltre fondato i Probot, formazione nella quale ha riunito alcuni grandi esponenti della musica heavy metal come Lemmy Kilmister (Motörhead), Max Cavalera (Sepultura), e fatto parte del supergruppo Them Crooked Vultures, composto tra gli altri da Josh Homme (Queens of the Stone Age) e da John Paul Jones, bassista dei (Led Zeppelin).



Grohl ha iniziato la sua carriera da musicista negli anni ottanta, da adolescente, come batterista per molte band della zona di Washington.



All'età di 16 anni, fa un provino per una delle sue band locali preferite, gli Scream, che lo prende a bordo e, non molto tempo dopo abbandona anche gli studi per dedicarsi a tempo pieno a suonare la batteria. Nei successivi quattro anni, va in tour con la band, registra un paio di album dal vivo e uno da studio, Fumble, nel quale scrive e canta uno dei pezzi

"Gods Look Down". Per farti capire insomma che non era unicamente un batterista, ma un musicista a 360 gradi.

Uno dei gruppi che piace a Grohl in quel periodo sono i Melvins, che riesce anche a conoscere personalmente e, nel 1990, Buzz Osborne, chitarrista e cantante di questa band, invita una sera un paio di amici a vedere gli Scream dal vivo. I suoi amici si chiamavano Kurt Cobain e Krist Novoselic, che rimangono favorevolmente impressionati dal modo di suonare di Dave. E il resto è storia, poichè, pochi mesi dopo, Grohl comincerà ufficialmente a suonare insieme a loro, al posto di Dan Peters, e in questo modo la line up dei Nirvana prende la forma definitiva che tutti noi conosciamo.


Ehi prof, ma non dovevi farmi vedere due groove geniali?


Hai ragione, partiamo subito col primo: In Bloom dall’album Nevermind.

Ti farò vedere l’intro di questo brano perché secondo me è già dall’inizio del brano che Grohl fa qualcosa di potente e geniale: un groove che è contemporaneamente un fill.


Clicca qui per scaricare gli spartiti di questi due groove:


Se vuoi, puoi vedere il mio video su Dave Grohl qui:


Ti faccio ascoltare l'audio della batteria isolata (senza gli altri strumenti), dalla registrazione originale di Nevermind, con l'intro di In Bloom, per farti seguire meglio quello che Dave suona. Clicca qui per vedere la video analisi dello spartito.



Diamo un'occhiata allo spartito adesso:

Come puoi vedere, possiamo dividere lo spartito in due groove: A e B.


Groove A: è un groove fill. Dividendo la battuta in due parti, puoi notare che: su 1 e 2 mvt abbiamo il groove con due colpi di crash;


1 e 2 movimento

mentre su 3 e 4 mvt abbiamo un fill su rullante, cassa, tom e timpano.

3 e 4 movimento

Se vuoi provare a studiarlo, ti consiglio di cominciare lentamente con metà battuta (1 e 2 mvt) e poi con l’altra metà (3 e 4 mvt), suonando il fill prima fra cassa e rullante, e spostandolo su tom e timpano in un secondo momento.


Groove B: lo troviamo sulla quinta battuta dell'intro del brano, ma è anche il groove della strofa. La difficoltà principale per suonare questo groove consiste nell'hi hat in sedicesimi, con gli accenti su primo e terzo sedicesimo. Anche in questo caso, ti consiglio di studiarlo lentamente, cercando di non irrigidire il braccio, applicando la tecnica del COLLO/PUNTA, e velocizzarlo gradualmente, fino a raggiungere la velocità finale (78 bpm), come ti faccio vedere nel video di YouTube, al min. 04:37.

Groove B (strofa)

Parliamo adesso di Milk It dall’album In Utero.

Clicca qui per vedere la video analisi dello spartito.

Sezione iniziale dell'intro del brano (prima dei power chord di chitarra elettrica)

Anche in questo caso, parliamo delle prime battute dell'intro del brano. La genialità di questo groove, secondo me sta nella sensazione ingannevole che crea in chi ascolta il brano.

.

Groove con un solo colpo di rullante, sul quarto movimento

Grohl ottiene questo effetto, suonando solo un colpo di rullante, sul quarto movimento, e cominciando con questo disegno di cassa: un quarto e due ottavi su primo e secondo movimento.


Se vuoi suonarlo, ti consiglio di impostare un metronomo con la voce che conta i quarti (1,2,3,4), in modo da non perderti durante la tua esecuzione. C'è bisogno che ti dica di cominciare con una velocità comoda di metronomo?


Penso che ormai questo ti sia chiaro.


Adesso ti faccio io una domanda: ti sono piaciuti questi groove? Conoscevi già questi brani?

Fammelo sapere nei commenti.


#rubiamoaigrandi #davegrohl #nirvana #groove


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti