#004 Carter Beauford: 41 Groove

Nome del gruppo: Dave Matthwes Band Nome del Batterista: Carter Beauford Nome del brano: #41 contenuta nell’album Crash, del 1996. Se non conosci il brano, clicca qui per ascoltarlo.


Se vuoi vedere il mio video su questo brano, clicca sull’icona del tasto PLAY




Curiosità: Questo brano nasce da una disputa legale fra l’ex manager della band, Russ Hoffman, e Dave Matthews a seguito di un diverbio relativo alla volontà di Hoffman di mantenere la condivisione dei guadagni derivanti dai diritti d’autore, anche dopo essere stato licenziato dalla band, nel 1990. Dave Matthews scrive un testo che rispecchia i suoi sentimenti di tristezza per via di questa odiosa causa contro un uomo che, a quanto pare, aveva rappresentato per lui un vero e proprio mentore.



Il titolo #41 nasce dal fatto che questo brano è il numero 41 dei brani composti dalla band fino a quel momento. La prima volta che venne suonata dal vivo, il 7 aprile del 1995 al Cameron Indoor Stadium della Duke University, la canzone usciva in scaletta con il titolo 41 Police, poiché somigliava molto a un brano dei Police, Bring on The Night.





A questo punto voglio farti una domanda: cosa useresti per accompagnare un ritornello di un brano, charleston o ride? La risposta di Carter Beauford in questo brano è stata: perché non entrambi? Ti metto qui sotto la trascrizione del groove del ritornello.





Come puoi vedere, si tratta di un groove in 4/4 di quattro battute, suonato con pronuncia hip hop. Dato che oltre ad accompagnare sul ride, Carter Beauford inserisce una serie di colpi sincopati di hi hat, ho deciso di indicare con la x dentro il cerchio il ride, e con la x semplice l’hi hat. Per capirci e non perderci in mezzo a tutte queste note: il ride suona gli ottavi, il backbeat sul 2 e sul 4 è alternato fra rullante e timpano, e il charleston suona dei colpi sincopati e in terzina con accenti e aperture. Il bpm è intorno a 108.


Come altri batteristi, ad esempio Simon Philips, anche Beauford suona open handed, ovvero con la mano sinistra sul charleston, la destra sul rullante e il ride a sinistra. In un groove come questo, dove ride e charleston sono suonati contemporaneamente, quest’impostazione consente una facilità di movimento notevole. Io però suono nella maniera più classica, con charleston a sinistra e ride a destra, per cui ho dovuto inventarmi un modo per riuscire a non incasinarmi troppo per suonare questo groove con la mia impostazione e le mie posizioni.


Consigli per studiare questo groove:

1. Come ti suggerisco sempre di fare, comincia a studiare lentamente, all’inizio anche senza metronomo, e aumenta progressivamente la velocità fino a raggiungere quella finale, a 108 bpm

2. Per evitare di ingarbugliarmi fra tutti questi colpi, ho visto che conviene suonare rullante e timpano, alternando mano destra e mano sinistra in questo modo: 1 batt: S S - 2 batt: D D - 3 batt: D S - 4 batt: D D. Esercitandoti a velocità crescenti potrai migliorare la coordinazione fra tutti questi questi colpi e raggiungere la velocità finale. Spero che questo articolo ti sia piaciuto e se vuoi leggerne altri come questo, fammelo sapere scrivendolo nei commenti. Se clicchi qui puoi scaricare il pdf con lo spartito di questo groove. Ti saluto e ti aspetto in un prossimo articolo di #RUBIAMO AI GRANDI. Cià!


#RUBIAMO AI GRANDI #41 #DMB #CARTER BEAUFORD

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti